Kinder

Non separiamoli

01 agosto 2017
| di Redazione
Non separiamoli

Loro procedevano uno a fianco all’altro, toccandosi spesso, come per darsi coraggio. Erano su una strada dove le macchine sfrecciano veloci, in provincia di Viterbo, tra Tuscania, Monte Romano, Vetralla e il capoluogo della Tuscia. Si sono fatti avvicinare volentieri, fiduciosi, addosso un collarino antiparassitario, un collare normale, puliti e ben tenuti. Hanno rifiutato cibo e acqua, piuttosto cercavano carezze e rassicurazione.

 

Sempre uno accanto all’altro: per mettere i cani in sicurezza sono stati messi in auto e quando il simil spinone è stato caricato per primo l’altro, quello rosso, si è lamentato, temendo di essere separato da lui. Date le buone condizioni generali e soprattutto la socievolezza e la fiducia nell’uomo dei due animali i soccorritori hanno pensato che si fossero persi, magari fuggiti da uno dei tanti casolari che costellano le campagne del posto. Ma la lettura del microchip ha rivelato purtroppo una triste realtà, quella che, soprattutto d’estate, esplode in tutta la sua drammaticità: erano stati abbandonati. Una volta sicuramente avevano un nome, una casa, poi da un momento all'altro si sono ritrovati sul ciglio di una strada come due oggetti ingombranti che non servono più.

 

Nicola, il volontario che corre da una parte all’altra della provincia per salvare il più possibile pelosi in difficoltà, racconta: “Ci avevo creduto talmente tanto che dopo aver saputo del loro accalappiamento mi sono recato al canile sanitario e assumendomi delle responsabilità che non sentivo la necessità di avere, li ho adottati a nome dell'associazione MifidoDifido. Ora sono in stallo presso di noi, nel frattempo Sabrina e Gianni, i due amici che li hanno soccorsi, hanno tappezzato di volantini tutta la zona circostante ma nulla. Sono stati abbandonati”.

 

I cani sono due maschietti di taglia medio piccola (10 kg.), età un anno circa. Vivono in simbiosi con una fratellanza unica, ascoltano ed eseguono i comandi senza difficoltà, sono molto buoni e socievoli. “Per loro cerchiamo una adozione di coppia anche se, a malincuore, accettiamo adozioni singole - spiega ancora Nicola - . In coppia li porteremo ovunque, singolarmente vaglieremo di volta in volta dopo i normali controlli di preaffido e firma moduli di adozione. Loro sono sverminati, vaccinati e microchippati”.

 

I due fratelli sono fiduciosi e pazienti, forse aspettano ancora chi li ha abbandonati senza pietà sul ciglio di una strada. Meritano l'affetto di una famiglia vera perché sono davvero due creature speciali che non chiedono altro di dare amore incondizionato.

 

Per informazioni e adozione congtattare Nicola al numero 3286190092.

I VOSTRI APPELLI:

Visualizza tutti gli articoli

@liciaanimalie

Corpo Forestale Dio li fa poi li accoppia