Kinder
AnimalieAmbiente.it / news / Ambiente / Visite gratuite nelle oasi del Wwf

Visite gratuite nelle oasi del Wwf

L'iniziativa, nella prima domenica di settembre e ottobre, per i 50 anni di attività dell'associazione in Italia

02 settembre 2016
| di Miriam Bruno
Visite gratuite nelle oasi del Wwf
Nella foto: le Gole del Sagittario in Abruzzo

 

Il WWF apre le porte di trenta oasi protette in tutta Italia. Le visite guidate saranno gratuite il 4 settembre e il 2 ottobre, in onore dei 50 anni di attività dell'associazione in Italia. L’iniziativa, chiamata "E-state in oasi", è già stata inaugurata negli scorsi appuntamenti del 3 luglio e del 7 agosto.

 

Per festeggiare il suo anniversario l’associazione ambientalista offre la possibilità di fare un'immersione nella natura, da nord a sud Italia: aperte le oasi di Valtrigona, in Trentino, la riserva siciliana delle Saline di Trapani e posti dove è possibile ammirare paesaggi costieri altrove scomparsi, come quelli di Torre Guaceto e Le Cesine in Puglia, delle Dune di Tirrenia e il Lago di Burano vicino Capalbio (GR), o del Bosco costiero di Policoro, in Basilicata. Si potrà godere del fresco di torrenti e cascate, tra cui le Gole del Sagittario in Abruzzo, Guardiaregia in Molise, le Grotte del Bussento in Campania, o ancora di paesaggi suggestivi, come i calanchi di Atri in provincia di Teramo.

 

Alle Saline di Trapani i visitatori potranno osservare con cannocchiali e binocoli, messi a disposizione, il pullulare di vita che offre una salina. Le osservazioni saranno effettuate nel totale rispetto delle specie presenti e a dovuta distanza dagli animali che stanno allevando i piccoli: avocette, cavalieri d’Italia e fraticelli.
A Valmanera, vicino Asti, la "giornata del miele" porterà a scoprire come avviene la produzione del miele, a visitare l'apiario didattico e a degustare vari tipi di nettare.

 

"Con le prossime Giornate Oasi abbiamo deciso di fare un regalo a chi ama la natura e vuole conoscerla - ha dichiarato Donatella Bianchi, presidente del WWF Italia - per proteggerla e per garantire un futuro migliore alle prossime generazioni”.

@liciaanimalie

Corpo Forestale Dio li fa poi li accoppia